Informazioni Palio di Siena – 2 luglio 2014 – Palio di Provenzano

Queste le 10 contrade che correranno la Carriera del 2 luglio 2014.
Giraffa, Chiocciola, Drago, Tartuca, Selva, Bruco e Aquila
GIRAFFA, CHIOCCIOLA, DRAGO, TARTUCA, SELVA, BRUCO, ACQUILA, LUPA*, PANTERA*, ONDA*
* ESTRATTE IL 25 MAGGIO 2014


GLI ORARI DEL PALIO DI LUGLIO DI OGNI ANNO
27 GIUGNO dalle ore 5.30 alle 7.30 ca. – prove di addestramento.
28 GIUGNO dalle ore 5.30 alle 7.30 ca. – prove di addestramento.
29 GIUGNO ore 7.00 – Presentazione dei cavalli che partecipano alle prove di selezione (batterie).
29 GIUGNO ore 9.00 ca. – Inizia la cosidetta “tratta”. E’ l’operazione con cui vengono abbinati i cavalli alle dieci Contrade che partecipano al Palio. I cavalli visitati dei verinari e ritenuti idonei, vengono raggruppati in batterie e provati per tre giri intorno alla Piazza per verificare la loro adattabilità alla pista. Terminate le batterie i Capitani, alla presenza del Sindaco, si riuniscono per scegliere i dieci soggetti.
29 GIUGNO ore 12.00/13.00 – Su un palco allestito davanti al Palazzo Pubblico si svolgono le operazioni del sorteggio: ad ogni cavallo viene abbinata una Contrada. Ad ogni assegnazione, il Barbaresco prende in consegna il cavallo avuto in sorte e lo conduce alla stalla, accompagnato dai contradaioli.
29 GIUGNO ore 19.45- Prima prova delle sei che precedono il Palio. Attraverso queste corse si verifica le condizioni sia del cavallo che del fantino. Per ogni prova il cavallo è accompagnato “all’Entrone” (ingresso del Palazzo Pubblico) dalla stalla della Contrada da un folto gruppo di contradaioli, che spesso intona i canti tradizionali. Per vedere le prove, occorre prender posto in piazza o su un palco prima che sia fatto “pulito”, cioè sia stata sgomberata la pista dalle forze di Polizia. Così per le altre prove.
Ogni contrada si è scelta un fantino che può cambiare a suo piacimento fino al mattino del Palio. Solo il cavallo non può essere cambiato. I cavalli entrano al canape nell’ordine nel quale le Contrade entreranno in Piazza la sera del Palio per il Corteo.
30 GIUGNO ore 9.00- Seconda prova. Ingresso al canape nell’ordine inverso della sera precedente.
30 GIUGNO ore 19.45 – Terza prova. Ingresso al canape secondo l’ordine di estrazione avvenuto nell’assegnazione dei cavalli.
1° LUGLIO ore 9.00 – Quarta prova. Ingresso fra i canapi nell’ordine inverso della sera precedente.
1° LUGLIO ore 19.45 – Prova generale. Ingresso fra i canapi secondo il numero che i cavalli avevano all’orecchio all’atto del sorteggio. Il primo scoppio del mortaretto ci sarà alle 18.45 , l’inizio dello sgombero alle 19.15, l’uscita dal Cortile del Podestà alle 19.45. Prima della prova, la tradizionale “carica” dei carabinieri a cavallo.
1° LUGLIO ore 20.30 ca. – Cena della Prova Generale. In tutti i rioni delle Contrade partecipanti al Palio, dirigenti, contradaioli, ospiti e anche turisti si riuniscono a cena in onore dei protagonisti della giostra. Al tavolo d’onore con i maggiorenti della Contrada è il fantino. Canti, discorsi ed auspici per il successo della propria Contrada.
Dopo le cene il Capitano ed i mangini di ogni Contrada si recano a trovare i dirigenti delle Contrade amiche ed alleate per stringere accordi a favorire la propria vittoria o quella della Contrada amica od ostacolare quella dell’avversaria: tutto sulla parola.
2 LUGLIO ore 7.45 – Nella Cappella adiacente al Palazzo Comunale, viene celebrata dall’Arcivescovo la “messa del Fantino”.
2 LUGLIO ore 9.00 – Provaccia. Così chiamata per il generale disinteresse delle Contrade. Dopo questa prova, Capitani e fantini si riuniscono in Comune per l’iscrizione del fantino e la presentazione del giubbetto che indosserà in corsa. Dopodichè il fantino non può esser più cambiato.
2 LUGLIO ore 15.30 – Benedizione del cavallo e del fantino. Dopo la vestizione della comparsa, nelle Contrade partecipanti alla corsa, ha luogo il rito della benedizione del cavallo e del fantino nel rispettivo oratorio. Il sacerdote, conclude il mistico rito, con l’augurio che è quasi un ordine: Vai e torna vincitore!
Dopodichè le comparse delle Contrade e i figuranti del Comune attraversano il centro storico soffermandosi in Piazza Salimbeni, al “casino dei Nobili”, davanti a Palazzo Chigi Saracini e in Piazza del Duomo ad eseguire la sbandierata.
2 LUGLIO ore 16.30 – Partenza del corteo dal cortile del Palazzo del Governo in Piazza del Duomo, per raggiungere Piazza del Campo.
2 LUGLIO ore 17.20 – Il Corteo Storico entra nella Piazza, secondo l’ordine della prima prova.  (Chiunque fosse interessato ad entrare in piazza questo è l’ultimo momento utile per farlo attraverso l’entrata da via Duprè)
2 LUGLIO ore 19.30 – Il drappellone viene issato sul Palco dei Giudici mentre si effettua la sbandierata finale dei diciassette alfieri.
Si corre il Palio!

Importante: in caso di pioggia le prove precedenti il Palio potrebbero essere sospese fino ad asciugatura del tufo sul percorso. In caso di pioggia il giorno del Palio, questo sarà rimandato fino quando il tracciato sarà asciutto.

La cucina coi forni solari e slow food a Murlo

L’Associazione Culturale di Murlo, in collaborazione con Slowfood Siena, ha il piacere di invitarvi ad una giornata “sperimental-convivial-culturale” con cottura cibi con forni solari (nell’oliveto del Treccone, nei pressi di Vallerano – Casciano di Murlo), visita al borgo di Vallerano e passeggiata nel bosco.

Programma

h.9.30 ritrovo a Casciano di Murlo, nel parcheggio di fronte all’hotel Mirella.
Trasferimento all’oliveto dove Nicola Ulivieri e Simone Bazzotti, vincitori del premio Siena Carbon Free 2015, posizioneranno i loro forni solari per iniziare successivamente le cotture.
Ci sposteremo poi a Vallerano per una breve visita al borgo di origini molto antiche, vicino al quale veniva estratto anticamente la serpentinite per la costruzione del Duomo di Siena, conosciuta infatti anche come “Marmo nero di Vallerano”.
Torneremo quindi all’oliveto per una breve passeggiata nel bosco circostante scoprendo alcune specie arboree tipiche delle nostre zone.
Inizieremo poi le cotture con i forni solari, sarà spiegato il loro funzionamento e illustrati i metodi di costruzione “fai da te” con materiali di recupero.
Sarà possibile fare un picnic tutti insieme sotto gli olivi; ognuno dovrà venire cibomunito e attrezzato per picnic su prato all’aperto.

In caso di maltempo, l’evento sarà rimandato o effettuato solo in parte.

Per informazioni e prenotazioni contattare
Nicola Ulivieri (ulivinico@gmail.com o 3476042936)

Informazioni Palio di Siena – 2 luglio 2013 – Palio di Provenzano

Queste le 10 contrade che correranno la Carriera del 2 luglio 2013.

VALDIMONTONE, PANTERA, OCA, CIVETTA, ISTRICE, LUPA, TORRE, LEOCORNO*, ONDA*, NICCHIO*
* ESTRATTE IL 2 GIUGNO 2013
NON SONO STATE ESTRATTE (NELL’ORDINE): Giraffa, Chiocciola, Drago, Tartuca, Selva, Bruco e Aquila.

GLI ORARI DEL PALIO DI LUGLIO E DI AGOSTO DI OGNI ANNO
27 GIUGNO dalle ore 5.30 alle 7.30 ca. – prove di addestramento.
28 GIUGNO dalle ore 5.30 alle 7.30 ca. – 12 AGOSTO dalle 5.30 alle 8.00 ca. – prove di addestramento.
29 GIUGNO-13 AGOSTO ore 7.00 – Presentazione dei cavalli che partecipano alle prove di selezione (batterie).
29 GIUGNO-13 AGOSTO ore 9.00 ca. – Inizia la cosidetta “tratta”. E’ l’operazione con cui vengono abbinati i cavalli alle dieci Contrade che partecipano al Palio. I cavalli visitati dei verinari e ritenuti idonei, vengono raggruppati in batterie e provati per tre giri intorno alla Piazza per verificare la loro adattabilità alla pista. Terminate le batterie i Capitani, alla presenza del Sindaco, si riuniscono per scegliere i dieci soggetti.
29 GIUGNO-13 AGOSTO ore 12.00/13.00 – Su un palco allestito davanti al Palazzo Pubblico si svolgono le operazioni del sorteggio: ad ogni cavallo viene abbinata una Contrada. Ad ogni assegnazione, il Barbaresco prende in consegna il cavallo avuto in sorte e lo conduce alla stalla, accompagnato dai contradaioli.
29 GIUGNO ore 19.45-13 AGOSTO ore 19.15 – Prima prova delle sei che precedono il Palio. Attraverso queste corse si verifica le condizioni sia del cavallo che del fantino. Per ogni prova il cavallo è accompagnato “all’Entrone” (ingresso del Palazzo Pubblico) dalla stalla della Contrada da un folto gruppo di contradaioli, che spesso intona i canti tradizionali. Per vedere le prove, occorre prender posto in piazza o su un palco prima che sia fatto “pulito”, cioè sia stata sgomberata la pista dalle forze di Polizia. Così per le altre prove.
Ogni contrada si è scelta un fantino che può cambiare a suo piacimento fino al mattino del Palio. Solo il cavallo non può essere cambiato. I cavalli entrano al canape nell’ordine nel quale le Contrade entreranno in Piazza la sera del Palio per il Corteo.
30 GIUGNO-14 AGOSTO ore 9.00- Seconda prova. Ingresso al canape nell’ordine inverso della sera precedente.
30 GIUGNO ore 19.45-14 AGOSTO ore 19.15 – Terza prova. Ingresso al canape secondo l’ordine di estrazione avvenuto nell’assegnazione dei cavalli.
1° LUGLIO-15 AGOSTO ore 9.00 – Quarta prova. Ingresso fra i canapi nell’ordine inverso della sera precedente.
1° LUGLIO ore 19.45-15 AGOSTO ore 19.15 – Prova generale. Ingresso fra i canapi secondo il numero che i cavalli avevano all’orecchio all’atto del sorteggio. Il primo scoppio del mortaretto ci sarà alle 18.45 (agosto 18.30) , l’inizio dello sgombero alle 19.15 (agosto 19.00), l’uscita dal Cortile del Podestà alle 19.45 (agosto 19.30). Prima della prova, la tradizionale “carica” dei carabinieri a cavallo.
1° LUGLIO-15 AGOSTO ore 20.30 ca. – Cena della Prova Generale. In tutti i rioni delle Contrade partecipanti al Palio, dirigenti, contradaioli, ospiti e anche turisti si riuniscono a cena in onore dei protagonisti della giostra. Al tavolo d’onore con i maggiorenti della Contrada è il fantino. Canti, discorsi ed auspici per il successo della propria Contrada.
Dopo le cene il Capitano ed i mangini di ogni Contrada si recano a trovare i dirigenti delle Contrade amiche ed alleate per stringere accordi a favorire la propria vittoria o quella della Contrada amica od ostacolare quella dell’avversaria: tutto sulla parola.
2 LUGLIO-16 AGOSTO ore 7.45 – Nella Cappella adiacente al Palazzo Comunale, viene celebrata dall’Arcivescovo la “messa del Fantino”.
2 LUGLIO-16 AGOSTO ore 9.00 – Provaccia. Così chiamata per il generale disinteresse delle Contrade. Dopo questa prova, Capitani e fantini si riuniscono in Comune per l’iscrizione del fantino e la presentazione del giubbetto che indosserà in corsa. Dopodichè il fantino non può esser più cambiato.
2 LUGLIO ore 15.30-16 AGOSTO ore 15.00 – Benedizione del cavallo e del fantino. Dopo la vestizione della comparsa, nelle Contrade partecipanti alla corsa, ha luogo il rito della benedizione del cavallo e del fantino nel rispettivo oratorio. Il sacerdote, conclude il mistico rito, con l’augurio che è quasi un ordine: Vai e torna vincitore!
Dopodichè le comparse delle Contrade e i figuranti del Comune attraversano il centro storico soffermandosi in Piazza Salimbeni, al “casino dei Nobili”, davanti a Palazzo Chigi Saracini e in Piazza del Duomo ad eseguire la sbandierata.
2 LUGLIO ore 16.30-16 AGOSTO ore 15.50 – Partenza del corteo dal cortile del Palazzo del Governo in Piazza del Duomo, per raggiungere Piazza del Campo.
2 LUGLIO ore 17.20-16 AGOSTO ore 16.50 – Il Corteo Storico entra nella Piazza, secondo l’ordine della prima prova.  (Chiunque fosse interessato ad entrare in piazza questo è l’ultimo momento utile per farlo attraverso l’entrata da via Duprè)
2 LUGLIO ore 19.30 – 16 AGOSTO ore 19.00 – Il drappellone viene issato sul Palco dei Giudici mentre si effettua la sbandierata finale dei diciassette alfieri.
Si corre il Palio!

Importante: in caso di pioggia le prove precedenti il Palio potrebbero essere sospese fino ad asciugatura del tufo sul percorso. In caso di pioggia il giorno del Palio, questo sarà rimandato fino quando il tracciato sarà asciutto.

La giostra del Saracino di Arezzo

La Giostra del Saracino è una rievocazione storica medievale che si svolge nella città di Arezzo.Si corre in Piazza Grande ad Arezzo il penultimo sabato del mese di giugno (Giostra di San Donato) in notturna e la prima domenica del mese di settembre (Giostra di settembre) diurna. La Giostra è una rievocazione storica in costume medievale che si svolge ad Arezzo presumibilmente dal XIII secolo.
Si tratta di un’antica competizione cavalleresca che affonda le sue origini nel Medioevo e che consiste nel colpire un bersaglio, posto sullo scudo del Buratto (un automa girevole che impersona il “Re delle Indie”), con un colpo di lancia al termine di una veloce carriera a cavallo. Il tutto senza farsi colpire dal mazzafrusto, imbracciato dal Buratto stesso, il quale viene azionato da un meccanismo a molla.
La Giostra è preceduta dall’esibizione degli Sbandieratori e accompagnata dal rullo dei tamburi e dal suono delle chiarine del Gruppo Musici, indi seguita dall’entrata in Piazza di tutto il corteggio storico della Giostra. Oltre trecento figuranti (311 per la precisione) negli splendidi costumi d’epoca fanno il loro ingresso (secondo l’ordine stabilito nel 1961 sulla base di un “canovaccio” di regia di Fulvio Tului) in Piazza Grande, accompagnati dal calore e dagli applausi dei quartieristi stipati nelle tribune e ai lati della Piazza.

Viaggi intorno casa 2013 – Circuito dei Poggi Alti 9km-domenica 5 maggio

L’Associazione Culturale di Murlo ripropone per soci e simpatizzanti i “Viaggi intorno casa”, passeggiate naturalistico-culturali nell’ambito del territorio di Murlo finalizzate alla riscoperta di percorsi dimenticati e alla conoscenza di luoghi di interesse storico o naturalistico, oltre che occasione per ritrovarsi assieme immersi nella natura.

domenica 5 maggio 2013
“Circuito dei Poggi Alti” (9 km circa)
Il raduno è previsto per le ore 9.00 presso il parcheggio di Murlo, come di consueto.

Per maggiori informazioni:
Associazione Culturale di Murlo
su internet:  www.murlocultura.com
e-mail:  info@murlocultura.com